Psichiatria Transpersonale

La Psichiatria Transpersonale riguarda lo studio degli stati alterati di coscienza dal punto di vista dell’evoluzione della coscienza e non seguendo il paradigma medico, secondo il quale si presuppone esista un organo o un tessuto malato e si proponga la soluzione di ripristinare lo Status quo antem.
Diversamente tuttavia dalla psicologia transpersonale, di cui segue da presso le tracce, la psichiatria transpersonale vuole occuparsi di quei disturbi nei quali può essere opportuno medicare e modificare gli stati energetici di fondo che quasi sempre accompagnano le trasformazioni della coscienza dell’individuo.

Propone una riformulazione della psichiatria, già proposta e portata avanti da precedenti medici che si sono occupati del disagio psichico, in un’ottica di evoluzione della coscienza individuale e collettiva. Le crisi psichiatriche, di depersonalizzazione e psicosi, di alterazioni energetiche cicliche, sono ricondotte al risveglio della Kundalini, la energia evolutiva in noi: i fenomeni decritti dalal psichiatria rilevano di questo risveglio ed in buona parte delle reazioni ad esso, ossia alle residue difese egoiche di controllo e fuga, fonte principale della sofferenza.. Infatti la sofferenza non deriva solo dal cambiamento, ma dalla resistenza al cambiamento.

I medici si sono trovati come categoria ad essere gli affidatari di un campo , quello del disagi psichico, perché spesso si rileva la utilità di contenere ed accompagnare farmacologicamente questi processi, oppure perché talora è opportuno e consigliabile un contenimento in uno spazio di ricovero. Tuttavia la loro formazione non li prepara affatto a navigare nel mondo dell’anima e dello spirito, e gli sviluppi della psichiatria moderna si discostano sempre di più da questa visione olistica, tendente all’integrazione della coscienza, per sposare sempre di più posizioni organiciste ed interventiste di controllo del comportamento mentale, una gestione troppo appiattita e semplificata della sofferenza.
In questa pagina si vorrebbe dare un contributo verso un cambiamento tra gli psichiatri e tutti gli operatori attualmente impegnati ad aiutare il disagio psichiatrico verso il modello transpersonale.

A partire da questa  pagina potrete navigare nel materiale proposto a  sostegno di una diversa impostazione per comprendere il disagio mentale, ed i  disturbi psicologici, rispetto all’approccio ufficiale più comune.

La mia formazione è stata quella classica, di medicina e poi di psichiatria, mi sono formato  nel campo psicoterapeutico come psicoanalista junghiano studiando tuttavia anche gli altri approcci di psicoterapia individuale e di gruppo. Tuttavia, nel corso degli anni il mio modo di lavorare si è modificato, marcatamente, ed oggi posso proporre insieme ad altri, anche se ancor pochi in italia ma più numerosi all’estero, una visione che approccia  questi fenomeni da un altro punto di vista, riconoscendomi in buona misura nel movimento della psicologia transpersonale

Spero con questo sito  di dare un  contributo a questo nuovo sviluppo, poco conosciuto in Italia ma già ben più rappresentato ed attivo all’estero, e fare arrivare questo messaggio a molte persone che soffrono di questi disagi o aiutano persone in questa condizione in  maniera più attuale ed efficace.

Navigazione nel materiale del sito su questo tema:

-Pagina personale  di inquadramento ed approfondimento  sulla psicologia e sulla psichiatria transpersonale.

Posts aggiunti nel tempo su questa sezione

-Pagina dedicata a una bibliografia ragionata sull’argomento, in via di crescita e completamento. In particolare consiste di indicazioni su libri ed articoli sulla energia evolutiva, la Kundalini

-Pagina dedicata ai  links, che permette di navigare in un materiale divenuto in breve tempo assai vasto; ecco quindi un aiuto, un suggerimento.